prodotti
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime novità!

invia

 

Informativa Privacy
iscrizione cancellazione
care
NOTA IMPORTANTE: ALCUNI PRODOTTI NON SONO FISICAMENTE PRESENTI IN FARMACIA, MA SONO REPERIBILI IN 3-6 ORE SIA PER L'ACQUISTO IN FARMACIA CHE ON LINE. SE NON TROVI UN PRODOTTO RICHIEDICELO. FACCIAMO DI TUTTO PER ACCONTENTARVI.

Farmacia la speranza riconosce al consumatore, che per qualsiasi ragione non si ritenesse soddisfatto, il diritto di recesso come previsto dalla normativa vigente senza alcuna penalità e senza specificarne il motivo.

Ogni informazione riferita ai prodotti nel sito www.farmaciadellasperanza.it non ha nessuna valenza di carattere terapeutico o medicinale.
Per un utilizzo corretto contattaci o contattata il tuo farmacista o medico di fiducia.
Pitaya gialla qualità andina 200 g

22,00 € - 9% 20,00 €






Puro frutto disidratato per regolare la regolarità intestinale.

In “fette disidratate”, con alto contenuto di fibre, la Pitaya Gialla (Selenicereus Megalanthus Haw.) è la soluzione ideale per regolare o liberare l’intestino. Di buon sapore, è regolabile nell’assunzione e nelle modalità a seconda delle proprie esigenze. Raccolta a mano in Colombia, è lavorata con un disciplinare che ne garantisce purezza e qualità.

Nella pratica confezione protettiva da 200 gr.

Cos'è la Pitaya?
Puro frutto disidratato per regolare la regolarità intestinale.
In “fette disidratate”, con alto contenuto di fibre, la Pitaya Gialla (Selenicereus Megalanthus Haw.) è la soluzione ideale per regolare o liberare l’intestino.
Di buon sapore, è regolabile nell’assunzione e nelle modalità a seconda delle proprie esigenze. Raccolta a mano in Colombia, è lavorata con un disciplinare che ne garantisce purezza e qualità.
Nella pratica confezione protettiva da 200 gr.
La Pitaya Gialla è un frutto lungo 8/13 cm che può pesare dai 200 ai 300 g. diffuso in Colombia. La scorza, verde con spine rosa, diventa gialla quando il frutto matura.
La polpa interna è bianca, cremosa e punteggiata da semini neri, simili a quelli del kiwi. Ha una consistenza succosa, morbida e un gusto particolarmente aromatico. È il frutto di una pianta succulenta delle cactacee che si presenta come un cactus con rami lunghi, spinosi e grandi fiori bianchi.
La Pitaya Gialla cresce nella Regione Andina della Colombia, in una zona fertile caratterizzata dal terreno leggermente acido ricco di materia organica ad un’altitudine fra i 1.400 e i 1.700 m s.l.m (sul livello del mare) in ambiente incontaminato. Per la coltivazione i campi vengono fertilizzati con concimi naturali derivati dal compostaggio di residui vegetali. Il clima della zona è quello secco della foresta tropicale, caratterizzato da temperature medie al di sopra dei 24 ºC e precipitazioni annuali tra i 1.000 e 2.000 millimetri.
La Pitaya fresca è un frutto molto sensibile agli sbalzi di pressione questo complica il trasporto del frutto fresco. La forma disidratata, secondo il disciplinare dei Prodigi della Terra è la soluzione ideale per garantire al prodotto il massimo della qualità.
Proprietà nutrizionali
La PitPitaya giallaaya Gialla è ricca in fibre raggiungendo quasi un 13%. Questo frutto andino è fonte di ferro e fosforo, il primo importante perché contribuisce alle normali funzioni cognitive e il fosforo in quanto fondamentale per le normali funzioni delle membrane cellulari.
La Pitaya Gialla è importante oltre che per il contributo in proteine e calcio, anche per la presenza di acidi grassi contenuti nei semini neri che come riporta la tradizione Andina fanno di questo frutto un ottimo alleato per l’intestino favorendo processi dinamici nei soggetti con tendenza alla stitichezza
LA NUOVA INTEGRAZIONE ALIMENTARE PER DIETE ASSOCIATE A:
Promuovere la funzione intestinale
Dare sostegno complessivo del sistema immunitario
USO: Tal quale accompagnata da acqua, aggiunta a yogurt o latte vegetale.
La Pitaya Gialla della linea Prodigi della Terra viene confezionata in buste stand up a triplice strato, richiudibili ermeticamente e dotate dell’esclusivo sistema No Lux-Antioxidant, per preservare la sua qualità fino ad esaurimento della confezione, proteggendo da luce ed aria tutte le preziose componenti nutrizionali.

Certificazioni di controllo
TESTATO IN LABORATORI ACCREDITATI ITALIANI SU AFLATOSSINE, PESTICIDI, EPATITE A, METALLI PESANTI E CONTROLLO MICROBIOLOGICO
Prodigi della Terra garantisce che tutti i suoi prodotti sono sottoposti:

ai principali test, e in particolare pesticidi, solfiti, metalli pesanti, aflatossine, muffe e lieviti, carica batterica;
ad analisi batteriologiche specifiche per tipologia di prodotto (frutta, bacca o altro alimento) ad ogni lotto di produzione;
a controlli supplementari per escludere sofisticazioni, frodi o processi etici in contrasto con i principi aziendali;
a tutti i controlli microbiologici in laboratori italiani.

Nessun prodotto è trattato con irraggiamenti UV e raggi gamma.

Inoltre:
frutta e bacche vengono rigorosamente raccolti nel giusto periodo di maturazione, con il massimo contenuto di nutritivi;
frutta, bacche e alimenti sono in buste a triplice strato antiossidante, con materiali sottoposti a “test di cessione” che escludono il rilascio di sostanze tossiche.
i prodotti disidratati sono essiccati naturalmente, alla luce del sole.

Come si consuma la Pitaya gialla?
In tutto il sud e centro America la Pitaya viene consumata come frutto fresco, in preparazioni dolciarie o in gustosi gelati, succhi e semifreddi ottenuti dalla lavorazione della polpa.
Il metodo migliore per gustare la Pitaya fresca è consumarla cruda quando ben matura, tagliandola a metà o in spicchi per assaporarne la polpa cremosa, semplicemente con un cucchiaino; i semini della pitaya vengono comunemente mangiati con la polpa, hanno un sapore che ricorda la nocciola, sono ricchi di lipidi e conferiscono a questo frutto proprietà lassative.
La consistenza del frutto fresco viene talvolta paragonata a quella del kiwi, anche per via dei piccoli semi neri croccanti, ma la pitaya ha un gusto più dolce, delicato, che secondo alcuni ricorderebbe quello del melone.
Essendo la pitaya gialla la più ricca di zuccheri, non necessita di dolcificanti e, anzi, può essere aggiunta alle preparazioni come dolcificante naturale.
La pitaya fresca è un frutto molto sensibile agli sbalzi di pressione, questo complica il trasporto del frutto fresco. Da anni perciò si predilige l’esportazione della pitaya gialla disidratata a temperature basse.
Subito dopo la raccolta i frutti vengono lavati naturalmente, privati dalla buccia e affettati manualmente. Le fette vengono disposte su vassoi e lasciate asciugare lentamente a 55°, mantenendo così inalterate tutte le proprietà nutrizionali.
Con questa lavorazione le fette di Pitaya gialla disidratate possono essere conservate a lungo ed esportate in tutta tranquillità.
Dove viene coltivata la Pitaya gialla?
Le piante crescono nella Regione Andina della Colombia, in una zona fertile caratterizzata dal terreno leggermente acido ricco di materia organica ad un’altitudine fra i 1.400 e i 1.700 m s.l.m (sul livello del mare) in un ambiente incontaminato.
Per la coltivazione vengono osservati i criteri dell’agricoltura biologica, perciò i campi vengono fertilizzati con concimi naturali derivati dal compostaggio di residui vegetali.
Il clima della zona è quello secco della foresta tropicale, caratterizzato da temperature medie al di sopra dei 24 ºC e precipitazioni annuali tra i 1.000 e 2.000 millimetri.
Il regime pluviometrico bimodale tipico di questa zona è caratterizzato da due periodi di piogge all'anno, uno più piovoso fra ottobre e novembre e un meno piovoso fra aprile e maggio; i due periodi piovosi sono intervallati da due periodi secchi (dicembre-gennaio e luglio-agosto).